PARADISO

L'etimologia della parola paradiso è da ricondursi al sanscrito  pari- =intorno + deha = zona, reparto, espressione acquisita dal persiano  pairidaēza (dall'unione di  pairi- = intorno e daēza = reparto), poi dal greco παράδεισος (paràdeisos) = giardino, parco ed infine dal latino paradisus. L'etimologia di paradiso, dunque, mette in luce l'originario significato della parola: un luogo o uno stato, una condizione di beatitudine, di santità (santo significa appunto "separato") nettamente separata, anzi meglio, "circoscritta", riservata agli eletti. 

2 commenti:

fff ha detto...

para = protetto e chiuso o perché recintato
deisos = giardino o zona specifica e/o ristretta

quindi... una zona ristretta in uscita od in entrata od ambedue, un po come gan, stessa epoca, o come gan eden ( giardino recintato-limitato )... torna ?
francoS

Davide Bassi ha detto...

Onestamente quest'etimo non mi convince. Sarà un caso che la finale di parad-iso e quella di fiordal-iso siano identiche? In fiordaliso la finale deriva da lilium, cioè giglio, ed è comune ad "elisio", il paradiso dei greci.
Volendo continuare, si notano interessanti analogie con elisìr, oltre che con molte altre parole (nomi propri soprattutto, come Elena ed Elio) recanti tutte l'iniziale El-, che in diffusissimi casi deriva dal nome di Dio per i canaanei.