RIFLETTERE

Qualche settimana fa una nostra assidua "follower" ha chiesto l'etimologia del verbo riflettere, etimologia che ha colpito molto anche noi al punto che ci sembra opportuno dedicarle un post.

In particolare, l'etimologia di riflettere è da ricondursi al verbo latino flectere unito alla particella ri, quindi ri + flectere, che significa letteralmente "piegare di nuovo". 

Ma cos'è che si piega quando pensiamo? Ecco, in realtà, per capire questo termine dobbiamo rivolgerci all'altro significato del verbo: quello che, per intenderci, "permette" di guardarci allo specchio.

Infatti, la ri-flessione della luce non è altro che un insieme di raggi di luce che, non appena colpiscono una superficie ri-flettente, si piegano e tornano indietro.

Ampliando lo sguardo, possiamo immaginare che i pensieri facciano lo stesso quando colpiscono l'anima e ritornano alla mente per essere ri-considerati, da qui l'altra accezione del verbo.

Nessun commento: