ANNO

L'etimologia della parola anno è un po' controversa, Vi sono, infatti, almeno tre probabili interpretazioni etimologiche,  tra esse non molto dissimili ma comunque tutte interessanti e plausibili.
  1. La prima, riconduce l'etimologia della parla anno alla radice sanscrita am-  (o an-) che richiama l'idea del tempo (am-ati, in sanscrito, vuol dire appunto tempo). La stessa radice indoeuropea dà origine al greco ἐνιαυτός (eniautòs) = anno.
  2. La seconda, riconduce l'etimologia della parla anno alla radice am-b = intorno.
  3. La terza, riconduce l'etimologia della parla anno alla radice ak- o ac- = piegare (in sanscrito ak-na = piegato), da cui anche il latino annulus = cerchio, anello.
Come si nota facilmente, mentre la prima interpretazione evidenzia direttamente lo scorrere dell'arco di tempo racchiuso nell'anno, invece la seconda e la terza interpretazione evidenziano l'anno astronomico, cioè l'arco di tempo, occorrente a completare il "movimento di rivoluzione", cioè il giro della Terra intorno al Sole.

PRESEPE o PRESEPIO

L'etimologia della parola presepe o presepio si ricollega al latino presepium,  formato da prae- = innanzi e da saepes = recinto, siepe. Pertanto, presepe o presepio, significa letteralmente "luogo recintato da una siepe". In senso lato, stalla, mangiatoia.

NASCERE

L'etimologia della parola nascere si ricollega all'antica radice sanscrita g'an- dalla cui successiva trasposizione in gna- deriva il latino nasci (in origine gnasci) = venire alla luce, nascere. Dalla medesima radice indoeuropea derivano anche tutte le altre parole ad essa correlate come Natale o co-gnato.

LUTTO

L'etimologia della parola lutto si ricollega al latino luctus dal verbo latino lugere = piangere, ed in senso più lato, soffrire per la perdita di una persona cara.

Al di là dello studio etimologico, segnaliamo un interessante link sul tema, come affrontare il lutto di una persona cara:
https://www.eticamente.net/58844/come-affrontare-il-lutto-di-una-persona-cara.html?