ANNO

L'etimologia della parola anno è un po' controversa, Vi sono, infatti, almeno tre probabili interpretazioni etimologiche,  tra esse non molto dissimili ma comunque tutte interessanti e plausibili.
  1. La prima, riconduce l'etimologia della parla anno alla radice sanscrita am-  (o an-) che richiama l'idea del tempo (am-ati, in sanscrito, vuol dire appunto tempo). La stessa radice indoeuropea dà origine al greco ἐνιαυτός (eniautòs) = anno.
  2. La seconda, riconduce l'etimologia della parla anno alla radice am-b = intorno.
  3. La terza, riconduce l'etimologia della parla anno alla radice ak- o ac- = piegare (in sanscrito ak-na = piegato), da cui anche il latino annulus = cerchio, anello.
Come si nota facilmente, mentre la prima interpretazione evidenzia direttamente lo scorrere dell'arco di tempo racchiuso nell'anno, invece la seconda e la terza interpretazione evidenziano l'anno astronomico, cioè l'arco di tempo, occorrente a completare il "movimento di rivoluzione", cioè il giro della Terra intorno al Sole.

PRESEPE o PRESEPIO

L'etimologia della parola presepe o presepio si ricollega al latino presepium,  formato da prae- = innanzi e da saepes = recinto, siepe. Pertanto, presepe o presepio, significa letteralmente "luogo recintato da una siepe". In senso lato, stalla, mangiatoia.

NASCERE

L'etimologia della parola nascere si ricollega all'antica radice sanscrita g'an- dalla cui successiva trasposizione in gna- deriva il latino nasci (in origine gnasci) = venire alla luce, nascere. Dalla medesima radice indoeuropea derivano anche tutte le altre parole ad essa correlate come Natale o co-gnato.

LUTTO

L'etimologia della parola lutto si ricollega al latino luctus dal verbo lugere = piangere, ed in senso più lato, soffrire per la perdita di una persona cara.