BOICOTTAGGIO

L'etimologia della parola boicottagio si ricollega al nome del capitano inglese Charles Cunningham Boycott, che fu amministratore dei possedimenti del conte di Erne, ricco latifondista irlandese del diciannovesimo secolo. Boycott era solito vessare anche crudelmente i contadini a lui sottoposti, finché la "Lega irlandese dei lavoratori della terra" non intraprese contro di lui una lotta non violenta consistente nell'attuazione di una campagna di isolamento e di non collaborazione. Sembra addirittura che nessuno gli rivolgesse più la parola né si sedesse accanto a lui né volesse avere alcun tipo di rapporto con questo personaggio, al punto che fu costretto a dimettersi. Pertanto col termine boicottaggio si intende un'attività di contrasto, in genere non violenta, che si basa sulla non collaborazione e sull'isolamento dell'avversario.

Nessun commento: