LAMENTO

L'etimologia della parola lamento si ricollega al latino lamĕntum, a sua volta dal più arcaico clamĕntum = lamento, grido, esternazione sonora di dolore. Andando ancora più a ritroso nel tempo, troviamo la radice protoindeuropea la- (dall'ancora più antica ra-) col significato di piangere, urlare.

Piccola, amara chiosa estemporanea: lo sport nazionale del "Belpaese" non è tanto il calcio, quanto l'attitudine alla lamentela. Il che non sarebbe grave, se ai lamenti seguissero azioni concrete, mirate a risolvere i problemi. Invece...

DECIDERE

L'etimologia della parola decidere  è da ricondursi al latino decīdĕre, dall'unione del prefisso de- = da con il verbo caedĕre = tagliare. Quindi, letteralmente, decidere significa tagliare da, tagliar via, dare un taglio, definire. Interpretando il termine in senso lato, esso esprime il significato che oggi attribuiamo al lemma decidere, cioè assumere, stabilire, scegliere, una posizione, un orientamento, un giudizio riguardo ad una situazione.

SECESSIONE

L'etimologia della parola secessione  da ricollegarsi al latino secessio, dal verbo secedere, formato dal prefisso se- che esprime separazione e da cedere = andare, spostarsi. Quindi il lemma secessione esprime l'azione di chi "va via da...", si separa, si distacca. In genere, il termine è usato in ambito politico per indicare la separazione di una parte di un paese o di un gruppo sociale, infrangendo l'unità nazionale, per rendersi indipendente o unirsi ad un altro Stato. Raramente la secessione è un processo indolore e pacifico; molto più frequentemente comporta azioni e reazioni più o meno violente se non addirittura lo sfociare in vera e propria guerra civile.

MERAVIGLIA

L'etimologia della parola meraviglia è tutta latina e, precisamente, si riallaccia al plurale neutro  mīrabĭlia = cose stupefacenti, portentose, sorprendenti, fenomenali, straordinarie...
Il termine latino, al singolare mirabilis, deriva a sua volta, dal verbo mirari = ammirare, guardare con senso di stupefazione, di positiva sorpresa....

POPULISMO/POPULISTA

L'etimologia della parola populismo si ricollega all'inglese populism  termine coniato per  indicare  un movimento politico e culturale sviluppatosi al termine del diciannovesimo secolo a favore delle comunità rurali in Russia, col nome di  народничество (narodničestvo)
Inizialmente, quindi, il termine ebbe un'accezione positiva: si intendeva, infatti, per populismo quell'atteggiamento o quel movimento politico, sociale, culturale che ritiene il popolo unico depositario di valori da perseguire.
Successivamente, il termine populismo acquisì un significato sempre più negativo, intendendosi come populisti quei personaggi politici che mediante l'esaltazione del popolo e delle sue istanze, anche meno nobili, cercano di accattivarsi il consenso delle masse, anche a costo di superare i limiti del diritto e di sconfinare nellambito della vera e propria demagogia.

OTTOBRE

L'etimologia di ottobre si ricollega al latino octo = otto, appunto perché ottobre era l'ottavo mese dell'antico calendario romano che, iniziando da marzo, contava solo dieci mesi. Per un breve periodo di tempo, ottobre prese il nome di Invictus, in onore dell'imperatore Commodo, morto il quale, riprese il suo nome originario.

SOSPETTO etimologia

L'etimologia della parola sospetto si riallaccia al participio passato latino del verbo suspicĕre, suspĕctus = sospetto. Il lemma è formato dalla particella sub- = sotto e dal verbo spectăre = guardare. Sospetto, quindi, indica l'azione di chi "guarda da sotto" cioè di chi guarda con diffidenza, con dubbio.