ARROGANZA

L'etimologia della parola arroganza è da ricondursi al latino arrogare, formato dalla particella rafforzativa ad- e dal verbo rogare cioè chiedere. Pertanto, arrogante è colui che chiede con insistenza, con presunzione, con altezzosità, spesso anche attribuendosi indebitamente  più ragioni o più diritti di quanti effettivamente ne abbia.

BRUTTO

L'etimologia della parola brutto si riconduce al latino brutus = grezzo, sgradevole.
Un'altra interpretazione etimologica riallaccia l'aggettivo brutto all'alto tedesco bruttan = spaventare.
Infine, una terza ed ultima interpretazione, vede nell'illirico brudan = sporco, schifoso l'origine corretta della parola brutto.
In ogni caso, il termine brutto, nell'uso comune attuale, conserva la doppia accezione di opposto di bello (sgradevole dal punto di vista estetico) ma anche, di opposto di buono (cattivo dal punto di vista etico).

ALBERO

L'etimologia della parola albero (in latino, arbor) si ricollega alla radice indoeuropea  urv- --> urb- --> arb-  che esprime l'idea di fecondità, l'idea di produrre. 
Un'altra interpretazione etimologica, individua nella radice sanscrita ardh-, che esprime l'idea di crescere, di innalzarsi, di svilupparsi, l'etimo della parola albero.
Un'ultima interpretazione, individua nel prefisso ad- unito alla radice sanscrita bhu- che esprime, anch'essa, l'idea della crescita, l'idea dello sviluppo.

CONCEPIRE/CONCEZIONE

L'etimo delle parole concepire/concezione si ricollega al latino concĭpĕre, a sua volta dall'unione del prefisso con-  col verbo capĕre = prendere. Pertanto, concepire significa, letteralmente, prendere con (sé) o accogliere in (sé) una vita nascente, mentre, in senso figurato, significa com-prendere, immaginare, ideare... Avere una concezione di sé, di qualcuno o di qualcosa, significa, appunto, avere un'idea, stimare, valutare sé stessi, qualcuno o qualcosa.

SCONTO

L'etimologia della parola sconto si ricollega al verbo scontare, a sua volta dall'unione dalla prefisso ex- = (togliere) da con il verbo latino computare = conteggiare, calcolare, determinare il costo, il prezzo. Quindi, scontare significa togliere una quota parte del conteggio complessivo, diminuendolo appunto di questo sconto.

CONSOLAZIONE

L'etimologia della parola consolazione si riallaccia al verbo latino consōlari = confortare, a sua volta formato dal prefisso con- = insieme e da solus = intero ed in senso più ampio, soddisfatto (vedi l'espressione latina solari famen = soddisfare la fame). Pertanto, consolazione significa il raggiungimento della soddisfazione, della contentezza o, quantomeno, alleviare il dolore con (insieme a) chi  è oggetto della consolazione.
Oltre alla suddetta interpretazione "ufficiale" dell'etimologia della parola consolazione, me ne viene, spontaneamente, in mente una del tutto personale: consolazione = con-solo cioè stare insieme, sostenere confortare, rincuorare chi è solo, proprio attraverso la con-divisione del disagio con chi è solo.

LAMENTO

L'etimologia della parola lamento si ricollega al latino lamĕntum, a sua volta dal più arcaico clamĕntum = lamento, grido, esternazione sonora di dolore. Andando ancora più a ritroso nel tempo, troviamo la radice protoindeuropea la- (dall'ancora più antica ra-) col significato di piangere, urlare.

Piccola, amara chiosa estemporanea: lo sport nazionale del "Belpaese" non è tanto il calcio, quanto l'attitudine alla lamentela. Il che non sarebbe grave, se ai lamenti seguissero azioni concrete, mirate a risolvere i problemi. Invece...