MARESCIALLO

L'etimologia della parola "maresciallo" deriva dall'unione di due parole arabe: marah = cavallo e skalk = servo, letteralmente, servo del cavallo, in senso lato, addetto alla cura dei cavalli, scudiero. Altri fanno risalire l'etimologia all'alto tedesco-antico francone mahrskalk, con lo stesso significato. La parola maresciallo ha le stesse radici etimologiche della parola maniscalco, quest'ultima utilizzata in ambito civile. In ambito militare il termine maresciallo risale al dodicesimo secolo come grado militare e come dignitario dello Stato; creato da  Filippo Augusto di Francia, era concesso anche al responsabile delle scuderie reali. Inizialmente utilizzato in Italia dai Carabinieri Reali, per i "marescialli d'alloggio" fu adottato anche dal Regio Esercito in sostituzione del grado di furiere e di furiere maggiore. Fino al 1946 il grado di Maresciallo d'Italia, era al vertice dell'intera gerarchia militare, attualmente  indica il grado più alto della categoria dei sottufficiali.

ANCESTRALE

L'etimologia della parola "ancestrale" deriva dal latino antecessor = predecessore (da ante= prima e cedere=andare, in senso lato, avere il posto avanti ad altri). L'aggettivo che indica ciò che è trasmesso dai predecessori cioè dagli antenati, è carico di una sfumatura di primitiva istintività: infatti è sinonimo di primordiale, di atavico.

SPORT

L'etimologia della parola sport risale al latino deportare = uscire fuori porta, cioè uscire al di fuori delle mura della città per dedicarsi ad attività sportive. Nel XIV secolo, in Inghilterra, si diffuse il termine "disport" che, due secoli dopo, venne abbreviato in "sport", vocabolo assimilato anche dalla lingua italiana nel XIX secolo. Da ricordare il termine "diporto" che significa divertimento, svago, diletto.